FIERE DI RIFERIMENTO IN ITALIA
AZIENDE ASSOCIATE

ASSOMAC ONSTAGE

 

Macchine per Conceria

Attrezzature per la lavorazione della materia prima dal grezzo fino al semilavorato(wet blue). Il percorso produttivo di lavorazione della pelle grezza si sviluppa attraverso una sequenza organizzata di processi chimici agevolati da operazioni meccaniche(riviera); principalmente fasi di rinverdimento, macerazione per reidratazione, calcinaio per depilazione, de-calcinazione, macerazione, sgrassaggio, piclaggio e concia.Il flusso di produzione viene intercettato con operazioni meccaniche per l’ ottimizzazione dimensionale; nello specifico sono scarnatura, spaccatura in trippa o in umido(wet blue) e rasatura.Si ottiene così un prodotto semilavorato stabile che può essere conservato e commercializzato tal quale oppure processato ulteriormente, con riconcia ingrasso e tintura, fino ad ottenere un prodotto semifinito (crust).

Dopo le fasi di concia la pelle deve essere essiccata ad un grado di umidità interno ottimale . Questo processo deve avvenire in condizioni ambientali controllate e riproducibili nel tempo affinché siano assicurate rese in superficie e le caratteristiche fisiche. Ciò può essere ottenuto sia appendendo le pelli per alcune ore in tunnel appositi, o attraverso essiccatoio sottovuoto, o tramite essiccazione a telaio con inchiodatura delle pelli, o altri metodi di essicazione, secondo la tipologia di prodotto finito che si deve ottenere.

Stabilire una generale unica procedura di rifinizione del prodotto è molto difficile, tali operazioni sono spesso riservati e parte delle competenze della singola conceria. Tuttavia, gli elementi comuni del processo di finitura sono: 1) Bottalatura a secco per ammorbidire 2) Palissonatura, per rendere la pelle flessibile 3) Rivestimento superficiale per il look finale. Le ultime fasi di finitura sono una combinazione di azioni termica e meccanica (calore e pressione) per la placcatura / e stampa del fiore ecc. Applicazione di Film sulla superficie così come la lucidatura e molatura vengono eseguite su pelli particolarmente rovinate per il recupero del prodotto.

Categoria di macchine che nelle fasi di produzione sono dedicate ad operazioni specifiche o particolari di lavorazione della pelle

Movimentazione e logistica di fabbrica, automazioni e robotica.

Sistemi e strumenti per le misurazioni ed etichettature e la gestione del processo produttivo.

Principali accessori e materiali di consumo per macchine di conceria

Macchine da laboratorio per prove applicative, test di processo e controllo qualità del prodotto.

Fornitori di servizi di ingegneria, apparecchiature e componenti, al fine di progettare e costruire sistemi di produzione e impianti industriali.

Impianti fissi o trasportabili per la rimozione e il trattamento di rifiuti solidi, liquidi e gassosi al fine di ridurre i valori di concentrazione degli inquinanti entro limiti di norma stabiliti dalla legislazione vigente prima dello scarico nell'ambiente.

Insieme dei prodotti chimici, sia come grezzi, miscelato e formulati appositamente per essere impiegati nella produzione conciaria

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca