FIERE DI RIFERIMENTO IN ITALIA
AZIENDE ASSOCIATE

ASSOMAC ONSTAGE

 

C03 - Montaggio e confezione

Macchine, attrezzature ed accessori per la giunzione delle parti che compongono gli articoli in pelle ed effettuare il finissaggio finale.

Macchine e attrezzature per la spalmatura di colla su rinforzi, parti diritto e fodera. Nelle versioni a spruzzo e a rullo.

Macchine e apparecchiature destinate a processi di accoppiatura, per mettere insieme diritto e fodera o per rinforzare e consolidare parti di manufatti possono operare a freddo o a caldo e in questo ultimo caso ad esempio intervenendo laddove sono presenti semilavorati trattati con termoadesivi o con colle poliuretaniche per farle rinvenire. Dal punto di vista strutturale e operativo le macchine possono essere di tipo: a piatti rotativi, o alternativi, con movimento di pressatura verticale; a piatti incernierati lungo un lato e con chiusura a libro; a rullo pressore con alimentazione in continuo.

Macchina per asciugare e riattivare i collanti per mezzo di riscaldamento, nelle versioni aria calda e infrarossi.

Prepara il bordo di parti o di tutta la geometria di contorno di articoli di pelletteria prima che abbia inizio la fase di finitura. Di particolare utilizzo le versioni impiegate per interventi su cinture, tracolle e fasce, che utilizza utensili di taglio quali lame circolari o coltelli sagomati.

Unità di cucitura piana con base di appoggio del materiale. Può eseguire differenti tipi di punto (annodato, catenella semplice o doppia, sopraggitto, zig-zag), differenti tipi di cucitura (un ago, due aghi, diritta, zig-zag) e con differenti sistemi di trasporto (griffa, griffa e ago, griffa-ago e piedini, altri).

Apparecchiatura specifica che esegue l´appiattimento, a cucitura avvenuta, dello spigolo del bordo a taglio vivo di parti giuntate aperte a libro.

Famiglia di macchine da cucire con attrezzaggio della testa di cucitura e della geometria di supporto del materiale appositamente studiate per particolari lavorazioni. Fanno parte di questa voce: macchina a colonna ribaltabile, a bicorna verticale in grado di effettuare una rotazione di 360°, a colonna orizzontale basculante, macchine automatiche per la cucitura di cinture e per l´applicazione di fibbie intere o mezze, e di passanti.

Macchine a ciclo di cucitura automatico destinate alla realizzazione di cuciture di tipo ornamentale, di unione, di applicazione di riporti con logo o di altro genere o di fermatura, il cui funzionamento viene controllato elettronicamente tramite microprocessori. Di norma le macchine per cucire automatiche operano facendo muovere orizzontalmente un tavolo di lavoro su cui viene collocato il pezzo in esecuzione, sotto una testa di cucitura fissa dotata di movimento verticale in sincronismo con il precedente. Gli interventi sono programmabili e l´operatore si limita al carico del pezzo e all´avviamento dell´unità di cucitura.

La produzione (di questi tipi) di manufatti in materiale sintetico offre la possibilità di adottare un sistema di trasformazione del prodotto "in continuo". Il materiale sintetico avvolto in rotoli di larghezza, di norma, di 1400 millimetri viene tagliato con appropriate apparecchiature, dette "tagliarotoli", in più parti e bobinato. Partendo dal materiale in bobine nei due tipi previsti l´uno per il diritto del manufatto e l´altro per la fodera si può organizzare un´isola di lavoro per l´ottenimento di cinture, tracolle e simili.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca