FIERE DI RIFERIMENTO IN ITALIA
AZIENDE ASSOCIATE

ASSOMAC ONSTAGE

 

B04 - Lavorazione fondo montato

Sistemi, macchine e attrezzature per la lavorazione del fondo montato per costituire la calzatura.

Consente la cardatura della scarpa montata per mezzo di un utensile circolare in fili di acciaio ottonato posizionato in modo che lavori tangenzialmente alla superficie del fondo montato. Una particolare versione è quella che carda il profilo perimetrale della tomaia montata su forma per l'applicazione della suola a scatola. L’operazione pulisce e prepara la parte su cui verrà depositato il collante per l’applicazione del fondo.

Cardatrice per suole in differenti materiali e forme. La suola deve essere sostenuta e tenuta dall' operatore a contatto della fresa con una leggera pressione e deve essere accompagnata per tutta l'operazione di cardatura. L'utensile cardatore è costituito da una fresa in widia o anelli abrasivi. Una particolare versione è quella che carda il profilo della suola a scatola. L’operazione pulisce e prepara la parte su cui verrà depositato il collante per l’applicazione del fondo.

Serie di macchine e attrezzature per l´applicazione o spalmatura di collante sul fondo della scarpa montata e sulla suola prima del loro abbinamento finale. Versioni con ugello di spruzzatura, pennello rotante, a rullo.

Sistemi di incollaggio del fondo della scarpa montata e suola programmabili e automatici, tramite versioni a “visione” o ad assi programmabili. Versioni con ugello di spruzzatura o pennello rotante. Presente una configurazione per la lavorazione di cardatura e incollaggio del bordo montato per suole a scatola.

Macchina con braccio a percorso programmabile che effettua cicli di lavorazione di sgrossatura, ribattitura, cardatura sul fondo montato, a seconda degli utensili installati.

Macchina per asciugare e riattivare i collanti per mezzo di riscaldamento, nelle versioni aria calda e infrarossi. Configurazione statica e a tunnel.

Presse adatte a tenere in posizione scarpa montata e suola per il loro definitivo abbinamento dopo l´applicazione e la riattivazione del collante. Versioni da quella a due bracci pressori, a settori lamellari per seguire la linea inferiore della scarpa, a cuscini pressori laterali e a membrana. L´azione di pressatura è garantita da diversi sistemi: meccanico, aria in pressione, sottovuoto.

Macchina per stabilizzare a freddo le calzature montate su forma dopo che è stata applicata la suola. Versioni a cella statica e a nastro trasportatore con funzioni controllate da microprocessore.

Consente di effettuare, attraverso l´uso di spazzola rotante, l´asportazione dell´eccesso di mastice sul bordo della scarpa e la corretta pulitura della stessa anche nei punti più difficili. Dispositivo opzionale per l´applicazione di liquido antialone.

Macchine utilizzata per la spianatura e spigolatura della sede del tacco. L'operazione di ribattitura si esegue tramite piastra calda che aderisce alla boetta e martello battente. Questo permette di perfezionare l´accoppiamento di boetta-tacco migliorando notevolmente la qualità della scarpa. La matrice, con il profilo simile al tacco da applicare, può essere di tipo fisso o intercambiabile.

Macchina che tramite martello battente raccorda il filo boetta al tacco prefissato sulla calzatura.

Dotata di piantone e tamponi, estrae le forme dalle calzature. Disponibile per le tipologie di forma fissa, quella a "V" e/o la forma con apertura a scatto.

Macchine cucitrici di struttura robusta per eseguire la cucitura tipo blake, all’interno della scarpa montata, al fine di assicurare l´unione tra tomaia, sottopiede e suola.

Macchine cucitrici per eseguire l’unione laterale tra tomaia e suola, all’interno delle scarpe montate, modelli con suole a scatola, tipo opanka.

Macchine cucitrici di varia configurazione per eseguire interventi su scarpa montata al fine di assicurare l’unione tra tomaia, sottopiede, suola con la possibilità di applicare contemporaneamente il guardolo. A seconda della configurazione danno origine a lavorazione rapid, goodyear, ideal, san crispino.

Serie di macchine specifiche per il montaggio tipo goodyear. Ne fanno parte: applica rib-tape (fettuccia), montafianchi a gancetti, rifilatrice tomaia, applica guardolo, ribattitrici e spianatrici del guardolo, rifilatrice refresir, applica guardolo su giro tacco.

Presse che attraverso l´inserimento di viti e chiodi ancorano il tacco alla suola montata. A seconda delle tipologie di calzature e della qualità, l´operazione può richiedere un prefissaggio e un fissaggio definitivo. Versioni dalla manuale a quelle computerizzate.

Esegue l'operazione di sagomatura del gambetto, evidenziandone la linea. In questa operazione il gambetto subisce una riattivazione data da una speciale formella calda, seguita da una stabilizzazione a freddo.

Permette l’inserimento della forma nella tomaia a mocassino o nella scarpa montata eliminando lo sforzo fisico da parte dell’operatore.

Serie di macchine adatte per eseguire l´increna (incisione che forma un labbro) sulla suola montata, aprire o chiudere il labbro dell´increna, e nel contempo rifilare e/o creare un canalino per eseguire la cucitura del fondo.

Macchina rotante con applicata una fresa per lavorare il fondo della scarpa montata, eliminando le imperfezioni del profilo suola e tacco.

Macchina munita di un nastro di carta abrasiva teso tra due ruote per asportare uno strato superficiale del semilavorato. Utilizzata per differenti scopi di rifinitura e intervento durante la lavorazione del fondo della calzatura montata.

Pressa per applicare il sottotacco per proteggere il tacco dal contatto col pavimento. Materiale molto resistente all'abrasione.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca