FIERE DI RIFERIMENTO IN ITALIA
AZIENDE ASSOCIATE

ASSOMAC ONSTAGE

 

A09 - Impiantistica dedicata

Fornitori di servizi di ingegneria, apparecchiature e componenti, al fine di progettare e costruire sistemi di produzione e impianti industriali.

Progettazione preliminare e verifica delle condizioni economico strutturali per la realizzazione di impianti conciari.

Fornitura di impianti conciari chiavi in mano. Progettazione esecutiva, realizzazione, collaudo ed avvio della produzione industriale.

Impianti preposti a stoccare e dosare opportunamente le miscele, liquide o in pasta, di prodotti chimici funzionali al processo sia per la fase umida che di rifinizione. Queste soluzioni impiantistiche permettono l'automazione del processo conciario garantendo la conservazione dei prodotti, attraverso un costante ricircolo per evitarne sedimentazioni. Il dosaggio delle soluzioni con assoluta precisione assicura la riproducibilità nel tempo delle ricette di produzione. Gli impianti sono corredati di opportune vasche di contenimento per le eventuali fuoriuscite di prodotto.

Sistemi integrati di a supporto delle linee di produzione come linea bottali per operazioni di miscelazioni d'acqua, riciclo e filtrazione dei bagni. Sistemi che contribuiscono in modo determinate alla ottimizzazione dei consumi (acqua ed energia) e all'abbattimento dei carichi inquinanti nelle acque di scarico.

Impianti di aspirazione, abbattimento polveri e gas tossici di lavorazione. Sono disponibili soluzioni per bottali e per il successivo trattamento di H2S. Aspirazione centralizzata delle polveri per processi di rasatura a secco, smerigliatura e depolveratura etc.

Sistemi di stoccaggio di prodotti chimici liquidi e solidi utilizzati nel processo conciario e sistemi di raccolta, accumulo e omogenizzazione di reflui di processo.

Sistemi per la raccolta, lo stoccaggio e la riduzione di volume di rifiuti solidi derivanti dalla lavorazione conciaria, quali: carniccio, rasature, polveri di smerigliatura, etc. Sistemi compattatrici a coclea, piastre di pressature, cinematismi meccanici, pompe etc.

Celle frigorifere per lo stoccaggio e la conservazione di pelli grezze. Volume dimensionato secondo il ciclo di produzione della conceria.

Impianti termici per il riscaldamento dell'acqua attraverso energia elettrica, di combustione(metano, gas) o altra tramite altra fonte.

Impianti per la produzione e la distribuzione di aria compressa. Tradizionalmente composti da un compressore, un serbatoio di accumulo e una rete di distribuzione per alimentare macchine e parti di macchine che utilizzano forza motrice pneumatica.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca