FIERE DI RIFERIMENTO IN ITALIA
AZIENDE ASSOCIATE

ASSOMAC ONSTAGE

 

A04 - Macchine per lavorazioni speciali

Categoria di macchine che nelle fasi di produzione sono dedicate ad operazioni specifiche o particolari di lavorazione della pelle

Macchine cilindratrici (movimento del rullo operatore mediante vite senza fine o continue) per cuoio da suola e per la lavorazione di spalle, fianchi, mezzine, o pelli intere, conciate al vegetale per rendere la pelle più flessibile e morbida

Palmellatrici, per conferire alla pelle una grana caratteristica e nello stesso tempo per ottenere una maggiore morbidezza

Macchine per processi di tintura in continua attraverso l' immersione in bagni posti in sequenza.

Le velatrici sono macchine che distribuiscono un "velo di vernice" sulle pelli. Si possono utilizzare diversi tipi di vernice sia a base solvente e a base acqua.

Questa categoria comprende le tipologie di macchine che si utilizzano per la lavorazioni di pelli in pelo particolarmente dedicate ai settor i della pellicceria.

Macchina per rilamare, rettificare ed equilibrare cilindri a lame 

Accoppiatrici della pelle ad altri supporti mediante calandratura che produce una azione ancoraggio.

Macchina per pettinatura della superficie a mezzo rulli spazzola. Indicata per le operazioni di rivitalizzazione delle pelli in pelo o pelli scamosciate.

Sistemi con cilindri rotanti con pareti in rete aperta per specifici processi di rimozione delle polveri trattenute nelle pelli in pelo tramite scuotimento meccanico.

Insieme delle tipologie di sistemi e macchine che si utilizzano specificamente per la concia al vegetale. Processi in vasca specifiche per la produzione del cuoio da suola.; in particolare impiantistica di ricircolo e sistemi di movimentazione.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca