REFERENCE EXHIBITIONS IN ITALY
ASSOCIATED COMPANIES

ASSOMAC ONSTAGE

 

C05 - Equipment and accessories

Test machines for quality control laboratory , tools and utensils supporting of the machines used in the manufacture process of leather goods.

Automatic feeding equipment of belts and straps for loading in line all the machines required for the finishing operations of cut edges, grinding, coloring, brushing, deposit of natural waxes and creams , polishing and stamping.

Machinery and equipment for quality control laboratory (physical and chemical test) of leather goods and their components. The tests are performed according to norms and precise standards such as ISO (International Standard Organization) or IULTCS (International Union of Leather Technologists and Chemists Societies).

Plate/Slab used as support for the material being cut by mechanical pressing of the die. The different resistances or hardness are determined by the polymeric material with which is composed the object.

Knife, metal tools with a sharp edge for cutting. Manual working tool used in splitting machines, skiving, cutting tables, etc..

Tools with a rotating surface equipped with multiple cutting edges.

Small steel cylinder tools with a pointed end, and the other side with an oval hole designed to pass through the thread for sewing.

Metal rods of small size, pointed at one end, and with wide range of flat head in the other side. Utilization to fix provisional or final way the parts that are utilized for the leather article.

Adhesive substance or mixture of substances, natural or artificial, interposed between the surfaces of objects placed in contact afterwards, that keeps them together/pasted upon termination of the pressing force. These are classified mainly in solvent and water types.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca