REFERENCE EXHIBITIONS IN ITALY
ASSOCIATED COMPANIES

ASSOMAC ONSTAGE

 

A05 - Handling and automation

Handling and logistics in the factory, automation and robotics.

System for leather moving along to tanning manufacture, used in both case for the semi and finished product are constituted by a transport system equipped with special metal bar for leather and anchored on the ceiling of the productive structure. In tanneries where climatic conditions, both daily and seasonal, are highly variable these systems are often combined with drying tunnel to ensure seasoning of the product at the temperature and humidity under control.

In case of large dimensions skins are processed the loading and unloading of the drums can be facilitated and simplified by systems of handling of the product. Consisting of conveyor belts or lifting systems these solutions allow the automation of the process and make the job safer for operators. The most common applications are transferred the raw hides from the warehouse to the area of liming, the pelts to the tanning phase and tanned to splitting or samming area.

Continuous conveyor systems, allow the transfer in continuous the semi-finished or finished product along the process path.

Automatic machines to stack the skins, to automate the factory logistics between the different process operations.

Platform lift for leather piles stocking. Tanks for drum discharge.

Automatic device to select and stack the skins through the production chain

Automatic systems that can provide the similar manual procedure for the preparation of bundles of finished leather.

Leather-holding stands with wheels (horse type) and trolley, or other system with permits the temporary stocking of hides or loading climatic chambers.

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca