REFERENCE EXHIBITIONS IN ITALY
ASSOCIATED COMPANIES

ASSOMAC ONSTAGE

 

ITALPROGETTI SPA

Via Lungarno Pacinotti, 59/a - C.P. 93
56020 SAN ROMANO PI
Italy
Telefono: 
+39 0571 450477
Fax: 
+39 0571 450301

ITALPROGETTI is a company operating for more than 30 years in the leather industrial district of Santa Croce sull’Arno. The range of ITALPROGETTI includes drums and plants for the production of the leather and water, sludge and gas treatment machines.

Video: 

Simac Tanning Tech 2019

Production

Machines and technologies produced
Tanning
A01.02 - Paddles
A01.05 - Drums (wood, s.s., plastic)
A01.06 - Sulphide Applicators
A01.15 - Moisturing machines
A02.01 - Dry chambers (in batch)
A02.04 - Drying tunnel with overhead chain
A02.05 - Conditioning system
A03.01 - Dry drum for milling
A04.09 - Dedusting drum
A04.10 - Systems and machine for sole leather
A05.01 - Overhead chain
A05.02 - Loading and Unloading Systems
A05.03 - Belt and screw conveyors
A05.04 - Stackers
A05.08 - Leather "horses" and Leather racks
A06.02 - Labeling Systems
A06.03 - Dosing-Mixing systems for single machinery
A06.06 - Integrated systems for control and management
A08.01 - Testing Drums
A08.02 - Turn little drums
A08.03 - Testing dry systems
A09.01 - Feasibility study and plant design
A09.02 - Turnkey plant and tannery start-up
A09.03 - Dosing & Mixing centralized plants
A09.04 - Plants for bath recycling and filtration.
A09.05 - Air filtration and dust collector plants
A09.06 - Chemicals storage reservoire
A09.07 - Compactors and collectors
A09.08 - Climatic Store Chambers
A09.09 - Boilers and Heaters
A10.01 - Waste Water treatment plants
A10.02 - Sludge treatment plants
A10.03 - Hazardous Waste recovery plants.
A10.04 - Solid screener plants
A10.05 - Air treatment plant

Caro cliente e caro fornitore,

In questi giorni stiamo vivendo una situazione imprevedibile, complessa e con la quale non avremmo mai voluto confrontarci. Le imprese associate ASSOMAC, sia strutturate che di piccole dimensioni, sono messe a dura prova e si trovano obbligate a decisioni difficili in un contesto internazionale in continuo cambiamento.

In tutte le nostre aziende, dopo le disposizioni governative per una cessazione delle attività, è sempre più crescente la preoccupazione per la capacità di “resistenza dell’impresa” anche legate alle dotazioni finanziarie per rispettare le future scadenze di pagamento nella salvaguardia dei nostri collaboratori, fornitori e clienti. 

Riprendendo quanto scrive il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella lettera ai presidenti delle Associazioni Confederate del 31 marzo scorso:

La tenuta del sistema economico e delle filiere dipende però anche da noi, dalla nostra etica della responsabilità e dai nostri comportamenti, per questo faccio un appello a tutte le nostre imprese e lo faccio riportando una frase di Stefano Scaglia, il nostro Presidente di Confindustria Bergamo, un territorio tra i più colpiti in questo momento, che ha dichiarato ieri: “Ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, categoria o settore merceologico, è funzionale alla sopravvivenza del nostro tessuto produttivo. Mantenere gli impegni presi nei pagamenti, salvo gravi e comprovate difficoltà, è la decisione che garantisce continuità a tutto il nostro sistema. Adesso è il momento della responsabilità sociale, possiamo e vogliamo essere il centro e i promotori della nuova rinascita”.

In questo momento le nostre imprese stanno cercando di fare il possibile per ottemperare a tutti gli impegni di pagamento nei confronti dei propri fornitori proprio per non incrinare rapporti commerciali storici e non alimentare un dannoso effetto domino.  

Fiduciosi che la collaborazione etica del mondo imprenditoriale unitamente al rispetto degli impegni presi consentirà una pronta ripartenza della filiera pelle e dell’intero sistema produttivo italiano.

Un caro saluto.

Presidente Assomac
Gabriella Marchioni Bocca