Riflettori puntati sulle aree The Glamorous e Scenario all'edizione 109 di Mipel

Momenti catalizzatori all'edizione numero 109 di Mipel sono il progetto The Glamorous, dedicato a buyer affermati e designer emergenti, e la nuova area Scenario, fashion hub delle collezioni di pelletteria e accessori. L'appuntamento è al padiglione 10 di FieraMilano-Rho, dal 14 al 17 febbraio prossimi.

 

La rassegna occuperà una superficie di 10mila metri quadri, al piano terra: una scelta che rafforza la sinergia tra Mipel e TheMicam, facilitando il collegamento tra le due manifestazioni. Prevista la presenza di oltre 300 marchi provenienti da tutto il mondo. Un appuntamento dove sono attesi 12mila buyer internazionali alla ricerca di proposte stimolanti nell'universo della pelletteria e dell'accessorio.

 

Riccardo Braccialini e Roberto Briccola, artefici del nuovo corso di Mipel, nonché rispettivamente presidente di Aimpes e Mipel, puntano a fare della manifestazione il polo di riferimento della pelletteria di tendenza.

 

«L'obiettivo che ci siamo prefissati è ambizioso ma possibile - ha commentato questa mattina (15 dicembre) Braccialini, nel corso della conferenza stampa di presentazione della kermesse - e dopo quasi un anno di lavoro cominciamo a vedere i primi segnali positivi e registrare i primi successi». «Siamo intervenuti sulla selezione e sullo scouting delle aziende e abbiamo ripensato il layout della manifestazione», ha aggiunto Briccola.

 

In quest'ottica si inquadra il progetto Glamorous-Il quinto elemento, punto di raccordo tra buyer noti e giovani designer. Alcuni nomi prestigiosi (La Tenda, Biffi, Pupi Solari, Tessabit e Daad Dantone) adotteranno altrettanti stilisti, dando visibilità alle loro collezioni sia nell'area apposita al salone sia nelle vetrine dei loro negozi.

 

Del tutto nuova è l'iniziativa Scenario, area espositiva ispirata ai quattro elementi (aria, acqua, terra e fuoco) rivolta ai nuovi marchi e alle realtà emergenti.

 

Italy